Ecco i cani del grande schermo: i Malinois da John Wick a The Walking Dead

Premessa: la diffusione di una razza, anche e soprattutto se molto complessa come quella dei pastori belga malinois, non deve mai essere affidata alle mode o guidata da scelte istintive. Ma godiamoci qualche curiosità sui cani impiegati nelle più recenti pellicole di cinema e TV.

Il recente passato ci ricorda di Will Smith a spasso per una città post-apocalittica con il suo pastore tedesco: è la locandina di Io Sono Leggenda. Il binomio uomo-cane funziona anche al cinema, e gli esempi sono troppo numerosi per elencarli tutti.

Meritano due menzioni a parte, la saga di John Wick (3 film con Keanu Reeves) e la serie culto The Walking Dead (10 stagioni, con Norman Reedus nei panni del co-protagonista).

John Wick 3: Parabellum

Su questi due lavori, spicca l’utilizzo di 3 attori molto particolari: due pastori belga malinois in John Wick 3, e un altro malinois al fianco di Daryl Dixon, il personaggio sopravvissuto da anni alla conclamata fine del mondo in TWD.

The Walkind Dead: il personaggio di Daryl con “Dog”

Entrambi gli attori hanno voluto fortemente i propri colleghi 4 zampe. Anzi, ne conoscono le caratteristiche e ne curano gli aspetti anche fuori dal set.
E’ nota, per Keanu Reeves, la passione per gli allenamenti tattici ai quali si sottopone (specialmente in poligono) ancor prima di indossare i panni del temibile sicario della saga di successo. In questi ambienti, è maturata la scelta di inserire una risorsa (l’unità cinofila) che negli U.S.A. è ormai largamente diffusa tra le forze di sicurezza, all’interno dei reparti K9.
La scelta non poteva che ricadere su una splendida coppia di Pastori Belga Malinois, che nel film appartengono ad una preparatissima Halle Berry.

Con la stessa convinzione, Norman Reedus ha chiesto alla produzione di The Walking Dead, di essere affiancato da un nuovo amico: Seven (questo il suo nome nella vita reale), chiamato semplicemente “Dog” sul set. Come fedele compagno si occupa di tutto, dalla difesa personale del protagonista, in un ambiente oscuro e selvaggio, alla ricerca di amici dispersi o alla protezione degli stessi quando le cose si mettono male.

Norman Reedus e Seven fuori dal set

La sceneggiatura racconta di un rapporto stretto tra i due (così come l’attore racconta di averlo anche fuori dal set), ed è proprio quello che si riesce ad instaurare con un pastore belga malinois. Un binomio indissolubile, fatto di accortezze e premure reciproche, protezione, intelligenza ed emozioni che non sono appannaggio solamente di cinema o TV.

Una raccolta di scene con protagonista il malinois Seven

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *